Uso del flash nelle giornate di sole

Il sole è la sorgente di luce primaria che ci permette di realizzare fotografie senza usare troppi tecnicismi elettronici e meccanici.
Purtroppo, per chi ambisce ad un controllo totale dell’illuminazione del soggetto, il sole può rivelarsi un impiccio, un errore che bisogna correggere in qualche modo.
Un sole forte e diretto può rendere le ombre molto dure, i lineamenti eccessivamente marcati. Può eliminare il senso di profondità di una foto. Può creare delle zone di luce e di ombre proprio dove non sono desiderate.
Le immagini che seguono sono state realizzate tra le ore 11 e le 13 di una caldissima giornata estiva di sole pieno.
Questa è una foto scattata senza flash.
Come si può vedere i toni sono molto delicati, l’immagine è tenue ma piuttosto piatta, nonostante la bella presenza della nostra modella (Emma Valenti) Uso del flash nelle giornate di sole
Queste foto sono invece state realizzate con un flash separato di potenza 250W, comandato a distanza da un trigger inserito nella slitta a caldo della fotocamera.
Quete immagini hanno un effetto più marcato della precedente, drammatico in alcuni casi, ma sicuramente di maggior impatto visivo.
La bellezza della modella è messa in maggior risalto (dovuto al fatto che la luce viene controllata e regolata dal fotografo, a discapito del sole e di eventuali altre luci di disturbo)
Uso del flash nelle giornate di sole
Uso del flash nelle giornate di sole

Uso del flash nelle giornate di sole

Guarda il nostro canale youtube